Change Management

Attraverso il nostro CHANGE MANAGEMENT vi aiutiamo a riscrivere le nuove mappe organizzative
 

In questi programmi formativi personalizzati l’obiettivo è quello di guidare i partecipanti a governare la transizione che vivono, personalmente e professionalmente. Il cambiamento mette in moto sfide che contengono paure e piaceri: paure delle cose che non si conoscono, del buio nel quale bisogna orientarsi, delle competenze che sono solo potenziali; ma anche piacere delle nuove scoperte e dell’essere coraggiosi e competenti. – Chi è il destinatario del change management, a cosa serve e come si fa? I destinatari sono sia coloro che definiscono la transizione, ossia chi la guida e la desidera, sia coloro che dovranno renderla viva e operativa. Gli interventi di change management di Architettura Aziendale mirano a fornire un quadro d’insieme delle dinamiche organizzative e degli strumenti necessari a comprendere e governare l’impatto della trasformazione sulle persone coinvolte, per aiutarle a orientarsi e a muoversi con successo all’interno dei cambiamenti del mondo circostante che si trasforma sempre più velocemente. Architettura Aziendale individua due principali modi di sviluppare un percorso di Change Management:

  • Il Change Management individuale
  • Il Change Management verso le organizzazioni
i percorsi di Change Management servono ad accompagnare e guidare il partecipante nella comprensione dei processi che vive e dei cambiamenti che lo coinvolgono, sia che si tratti di contesti strettamente personali sia che si tratti di contesti aziendali o sociali. L’obiettivo è quello di fare conoscere al partecipante le leve che possono aiutarlo a vivere il cambiamento come sfida positiva che fa divenire grandi. In un percorso individuale vengono forniti strumenti di diagnosi e di analisi per rendere consapevoli i partecipanti delle loro reazioni e aiutarli a governare e canalizzare le proprie azioni in modo efficace e potente. Gli strumenti attraverso i quali raggiungere questi obiettivi sono:

 Gli interventi di Change Managementriguardano l’analisi dei processi e la definizione degli strumenti per gestire l’impatto umano e strategico di una transizione. Gli obiettivi sono: – accompagnare e supportare i Capi nel governo della transizione; – aiutare l’Organizzazione a realizzare e governare la propria trasformazione. Le tipologie di intervento sono:

  • I Piani di Azione
  • I Piani di Governance
  • I Piani di Comunicazione

L’obiettivo è definire un percorso di azione di transizione che permetta la comprensione a tutti i livelli organizzativi degli obiettivi, dell’approccio e del perimetro dell’intervento, e stabilisca i meccanismi di partecipazione e di controllo del progetto. Gli strumenti attraverso i quali raggiungere questi obiettivi sono: -Colloqui individuali e di gruppo per definire il gruppo di progetto e renderlo autorevole e vincente. -La costruzione del cambiamento: il modello dei cinque mattoni fondamentali per la costruzione di un programma di Change Management(consapevolezza e condivisione, desiderio e determinazione, conoscenza e azione pratica, attitudine e costruzione dei nuovi profili e dei nuovi comportamenti, sostegno e consolidamento del cambiamento). -I laboratori del cambiamento: tecniche di analisi per la ricerca di proposte e soluzioni.