Te@mWebCoach Learning

Il processo di una scoperta scientifica è un continuo conflitto di meraviglie.Albert Einstein

Confronto e Sostegno alle Persone dalle Persone

Te@mWebCoach Learning

La Gestione del Conflitto in Emergenza


La situazione di Tempo Sospeso che stiamo vivendo a livello globale ci impone di rivedere i nostri ritmi, le nostre priorità e le nostre abitudini.

Questa la nuova sfida!

Lo strumento per attivare nuovi processi di confronto per la ricerca di nuove soluzioni Lean è il
Te@mWebCoach Learning.

Il Team Coach Learning che funziona nelle aule classiche, in questo tempo
di emergenza, diventa Te@mWebCoach Learning e funziona anche con le aule Virtuali.

PresentazioneCosa si ottieneObiettiviContenutiMetodologiaA chi è rivoltoCosti e dettagli
In ogni momento della vita organizzativa, quando ci attiviamo per raggiungere un nuovo obiettivo, solo una cosa può essere prevista con certezza: quanto più è ambizioso l’obiettivo, tanto più sarà elevata la probabilità di incontrare ostacoli e di affrontare conflitti. Infatti, il conflitto ha un livello di coinvolgimento direttamente proporzionale al livello di responsabilità che il ruolo richiede.

Più è alto il livello di responsabilità, maggiore è la probabilità di confrontarsi con situazioni di confine, non sempre ben delineate, o con ostacoli rappresentati dall’opposizione di altre persone il cui consenso è indispensabile per centrare il nostro obiettivo. Il conflitto è decisamente un fenomeno persuasivo; le combinazioni contenute e le forme di tutte le possibili conflittualità che coinvolgono gli esseri umani, sono infinite.

Meglio si saprà gestire il conflitto, maggiori saranno le possibilità di raggiungere le proprie mete. Imparare a gestire il conflitto significa diventare abili nella gestione delle relazioni. Significa separare la persona dall’obiettivo; scegliere la ricerca di soluzione piuttosto che la ricerca di colpevoli. E in emergenza ancora di più.

L’Aula Virtuale diviene una vera palestra di allenamento. I partecipanti sono chiamati ad addestrarsi:

  • sull’Ascolto Attivo, ognuno diventa, nel processo di apprendimento, specchio del collega. Imparando a cogliere, dell’altro, sfumature mai viste; che lo sorprenderanno e, quindi, ne stimoleranno l’ascolto
  • sulla Reale Condivisione, ognuno avrà il proprio spazio di racconto, della propria problematica; sia di sé stesso che dell’altro. Esponendo cosa pensi di aver capito dal racconto del proprio collega, cosa lo abbia convinto e perché farebbe cose diverse;
    suggerendole come risorsa per il collega. Il problema dell’altro diventa il mio problema!
  • sulla Collaborazione e Cooperazione, tutti sperimenteranno il significato del valore di lavorare insieme, di remare tutti verso l’unica direzione: il Governo Efficace dell’Emergenza
  • sulla Ricerca di Soluzioni Creative e Autorevolezza, ognuno è chiamato a proporre la personale soluzione al caso dell’altro. Sentirsi ascoltato, e preso a prestito nella soluzione del collega, è un grande valore di riconoscimento di stima, umano e professionale
  • Vivere il conflitto come una risorsa, un passaggio di crescita e non una limitazione da ignorare, per andare oltre nella relazione e raggiungere un nuovo equilibrio e nuovi obiettivi
  • Definire e comprendere le forme del conflitto, per gestirlo con assertività e autorevolezza
  • Comprendere che il conflitto, nel processo di crescita dei gruppi, è un passaggio fisiologico che va letto e interpretato per attivare una sana protezione personale e organizzativa
  • Usare il conflitto come strumento utile, attraverso il quale comprendere il senso e il significato delle dinamiche che lo sottendono, per riconoscerle e gestirle con successo
  • Condividere le mappe cognitive relative al conflitto come valore personale e professionale
  • Ridefinire gli ambiti di chiarezza nelle proprie competenze e nelle relazioni fra colleghi, collaboratori e clienti
  • Comprendere e accettare il conflitto, il confronto e la negoziazione come risorse indispensabili per il successo personale e organizzativo
  • Il Te@mWebCoach Learning si sviluppa su problematiche manageriali reali, portate dai partecipanti al gruppo di lavoro
  • Il Te@mWebCoach Learning allena, per ruoli aziendali, le capacità professionali e personali dei partecipanti nelle aree di emergenza e ne aumenta l’efficacia. Le capacità allenate saranno frutto del lavoro stesso del gruppo che ne predetermina gli ambiti, in libera scelta, costruendo le scenografie e partecipando, in modo attivo, nelle fasi interpretative
  • Unica regola: relazionarsi e confrontarsi su problematiche di Management dell’Emergenza
La formazione che proponiamo si basa sul Metodo ALBA™, nato dalla fusione dell’Analisi Transazionale e della Teoria Andragogica. Il Metodo ALBA™ risponde all’assioma andragogico secondo cui gli adulti, nella fase di apprendimento manageriale, sentono il bisogno di diventare autonomi nella gestione del loro ruolo professionale e vogliono quindi utilizzare l’esperienza formativa/consulenziale e l’acquisizione di competenze professionali, calandole direttamente nelle esigenze e nelle problematiche vissute. Proponiamo un percorso formativo con le persone e non sulle persone. Solo l’Aula è virtuale, tutto il resto è reale: noi, le nostre problematiche sull’Emergenza, le nostre interazioni, le nostre soluzioni.
A tutti coloro che gestiscono gruppi, che hanno responsabilità organizzative, che vivono momenti di cambiamento aziendali e di ruolo ed hanno bisogno di fare un focus sulla gestione aziendale e sulla propria esperienza professionale. Le figure professionali coinvolte sono responsabili, manager di linea e di staff, quadri, capi settore, capi divisione e area manager, assistenti di direzione, assistenti del personale capi progetto/project leader che desiderano sviluppare e consolidare le proprie capacità manageriali.
Per informazioni scrivere a: Segreteria Corsi
oppure compilare il modulo che segue per essere contattati, grazie.